GLOSARIO

INTRODUZIONE

Questa sezione nasce prima di tutto per abbattere quell'immagine di "hacker" che i giornalisti hanno costruito fino ad oggi, e poi perché molti visitatori mi fanno domande insensate senza neanche sapere ciò che dicono.
Prima di avventurarvi nella carriera di pirata vorrei che imparaste bene il gergo e conosceste bene il significato di ogni vocabolo tecnico.

HACK

Originariamente: far mobili con l'accetta; un pezzo d'opera incredibilmente buono che produce esattamente ciò che serve; interagire con un computer senza uno scopo preciso se non divertirsi ed esplorare; esplorazione casuale (random) senza secondi fini di computer remoti senza provocare danni e senza farsi scoprire.

 

HACKER

Persona che fa hacking seguendo un'etica precisa, una sorta di codice cavalleresco: mai fare danni, mai rubare, mai farsi scoprire. Solo una sfida pratica di intelligenza. Nessun intento criminale.
La cultura hacker è connaturata con gli studi informatici delle maggiori università americane (Harvard, Berkley, Stanford): in un campus di questi, quasi ogni studente è tendenzialmente hacker.

 

CRACKER

Eccolo il pirata-vandalo informatico. E' uno che avendo la conoscenza tecnica e gli strumenti degli hackers li usa per rompere le sicurezze di un sistema per furto o vandalismo.
La parola è nata nell'85 dagli hackers per difendersi dall'uso improprio da parte dei giornalisti della parola "hacker".
Di solito i crackers sono dei mediocri hacker e tendono a riunirsi in una sorta di società segrete che commettono reati.
Comunità di questo genere sono fiorenti in Usa, Australia, Gran Bretagna, Germania e paesi nordici, ma il fenomeno è mondiale. Anche l'Italia è degnamente rappresentata.

 

PHREAKER

O meglio, il phone phreaker: specialista nell'infrangere i sistemi telefonici per "scomparire" nel mondo digitale ovvero per "scroccare" telefonate gratis.
Il phreaking comprende anche i temi di pirateria satellitare, smart card, cellulari ecc...

 

LAMER

Termine dispregiativo del gergo hacker per indicare un hacker nato perdente. Di solito i lamers sono più che altro degli aspiranti crackers che vorrebbero imparare da autodidatti le tecniche per rubare o fare vandalismo.

 

WANNABE

Dall'inglese "vuole essere"; si tratta di un apprendista hacker alle prime armi in grado solamente di infastidire altri utenti e con conoscenze informatiche limitate.



L'ultima cosa che farebbe un hacker
sarebbe aiutare un cracker nel suo intento...!!

Copyright (c) 2000-3000 by Ing. Eduardo Palena Napolifirewall.com